Asseverazione o giuramento

Si definisce come asseverazione o giuramento la procedura legale tramite cui il traduttore attesta ufficialmente la corrispondenza del testo tradotto al documento originale, giurando riguardo la veridicità della traduzione. La gran parte dei documenti appartenenti al settore legale e a quello commerciale, come atti legali, atti notarili, documenti anagrafici, certificati della CCIAA (Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura), documentazione per adozioni internazionali, diplomi, certificati, attestati, lettere di incarico, dev’essere sottoposta alla suddetta procedura affinchè la traduzione abbia valore in Italia.
L’asseverazione si svolge nel seguente modo: il traduttore presenta presso il Tribunale il documento originale, la traduzione e il verbale di giuramento, i quali sono poi esaminati dalla sezione del Tribunale preposta alla procedura, la Cancelleria per le asseverazioni. Nel caso in cui la documentazione sia giudicata asseverabile, l’asseverazione viene effettuata successivamente al pagamento presso il Giudice di Pace o il Tribunale Ordinario di una tassa di cancelleria (i diritti di cancelleria) sotto forma di bolli; sulla traduzione viene applicata ogni quattro pagine una marca giudiziaria. Una volta conclusa la procedura, la documentazione acquista lo status di “traduzione certificata”.

© Copyright IBIS International Business Services 2001-2013. All rights reserved.